Confirm your location

Confirm you location or select from a list of countries in order to get in touch with your local Ottobock market. We will make sure you´re redirected to your selected site in the future so you´ll always be in the right place.

Patologie e soluzioni

Rottura del legamento crociato

La rottura del legamento crociato è un infortunio estremamente comune nello sport. Per saperne di più sulle cause degli strappi al legamento crociato e su come possono essere trattati.

Sommario

Cause, sintomi e trattamento

Quando si tratta di muoversi, di andare da A a B, le articolazioni del ginocchio sono il perno del corpo. Senza le articolazioni del ginocchio, il movimento si blocca letteralmente. Le ginocchia sono necessarie non solo per svolgere le attività quotidiane, ma anche per quasi tutti i tipi di esercizio fisico e di sport di contatto.

I muscoli e i legamenti svolgono un ruolo importante nell'aiutare le articolazioni a svolgere il loro lavoro. Nelle ginocchia, i legamenti crociati svolgono il ruolo principale. Se un legamento crociato si rompe, non è più in grado di fornire supporto e ciò può provocare una serie di sintomi molto spiacevoli. Continuate a leggere per saperne di più. Inoltre, esamineremo più da vicino le cause delle lacerazioni del legamento crociato e come possono essere trattate.

Che cos'è?

Che cos'è un legamento crociato?

Quattro legamenti collegano l'osso della coscia (femore) alla parte inferiore della gamba (tibia). Si tratta dei due legamenti collaterali che stabilizzano i lati interni ed esterni dell'articolazione del ginocchio e dei legamenti crociati posteriori e anteriori situati all'interno del ginocchio. I legamenti crociati sono incrociati come la lettera X e attraversano diagonalmente la cavità dell'articolazione del ginocchio. Crociato significa a forma di croce, da cui deriva il loro nome.

4278273-Rottura-legamento-169 (ITA)

Quale compito svolgono i legamenti crociati?

I legamenti crociati fungono da stabilizzatori centrali. Centrano le superfici articolari dell'articolazione del ginocchio e lo mantengono sempre in posizione, sia a riposo che in presenza di forze o sollecitazioni. I legamenti crociati sostengono e guidano il ginocchio durante la flessione, quando sono in tensione. Durante l'estensione del ginocchio, i legamenti collaterali subentrano e sono in tensione. In questo modo, i legamenti controllano i movimenti e fissano anche i limiti fisiologici della gamma di movimenti. Proteggono il ginocchio dalle distorsioni e lo mantengono stabile anche quando i muscoli circostanti non sono ancora in tensione. I legamenti sono in grado di fornire una protezione naturale e "passiva" perché non sono elastici come i muscoli, il che significa che offrono sempre un livello di stabilità di base.

Il legamento crociato anteriore (LCA) impedisce al femore di scivolare in avanti sulla tibia (il cosiddetto "cassetto anteriore"). Il legamento crociato posteriore (PCL) impedisce alla tibia di scivolare all'indietro sotto il femore (il cosiddetto "cassetto posteriore").

Che cos'è una lacerazione del legamento crociato?

La lacerazione del legamento crociato del ginocchio, nota anche come rottura del legamento crociato, è una lacerazione completa di uno o di entrambi i legamenti crociati. Se un legamento non è completamente lacerato, si parla di lacerazione parziale o rottura del legamento crociato. Nella maggior parte dei casi viene colpito il legamento crociato anteriore dell'articolazione del ginocchio, perché il legamento crociato è in genere sottoposto a un livello di stress maggiore in molte situazioni di incidente. Il legamento crociato posteriore si rompe solo nel dieci per cento circa dei casi.

Quando il legamento crociato anteriore si rompe, non può più impedire al femore di scivolare in avanti sulla tibia. La rottura del legamento crociato anteriore non impedisce più alla tibia di scivolare all'indietro sotto il femore. Finché i legamenti mediali e laterali sono intatti, l'articolazione del ginocchio mantiene una certa stabilità laterale.
Statisticamente, In Italia, le lesioni ai legamenti crociati si verificano ogni 6,5 minuti; i giocatori di calcio e gli sciatori risultano spesso i più coinvolti in tali lesioni. Il legamento crociato anteriore (LCA) si rompe dieci volte più frequentemente che il legamento crociato posteriore (LCP), e queste tipologie di lesioni sono aumentate significativamente negli ultimi anni.

2896677-Cruciate-ligament-01-169
Cause

Come può rompersi un legamento crociato?

Poiché i legamenti non sono particolarmente elastici, è facile che si allunghino eccessivamente se sottoposti a uno sforzo eccessivo. In genere, un legamento crociato si lacera se viene sforzato oltre la sua forza massima di lacerazione. Ci sono diverse situazioni in cui questo può accadere. La maggior parte delle lacerazioni sono causate da incidenti stradali o sostenute in sport di contatto o con molto movimento. Gli sport che comportano improvvisi cambi di direzione o di velocità hanno un fattore di rischio maggiore. Il legamento crociato può lacerarsi anche in caso di torsione, distorsione o iperestensione. Questo può accadere a causa di una caduta, di una collisione o di un impatto.

Gli scenari classici sono l'urto del ginocchio contro il cruscotto in un incidente d'auto, la lotta per la conquista di una palla nello sport o l'atterraggio dopo un salto. Può anche accadere se si cade mentre si scia e lo sci non si sgancia automaticamente, nel qual caso l'effetto leva può torcere il ginocchio. E l'elenco continua.

3650853-Cruciate-ligament-02-169
Sintomi

Quali sono i sintomi di una rottura del legamento crociato?

Nella maggior parte dei casi, i sintomi di una rottura del legamento crociato sono molto chiari. Essi comprendono dolore, gonfiore ed ematoma intorno all'articolazione del ginocchio. Non si è più in grado di estendere o flettere completamente il ginocchio. Alcune persone non si accorgono subito di essersi lacerate il legamento crociato. Solo quando provano a camminare o a sostenere un peso sulla gamba, il ginocchio si sente instabile e "traballante". Basta la minima pressione sull'articolazione perché il ginocchio si pieghi e ceda.

Molte persone riferiscono di aver sentito un chiaro suono di schiocco e/o un crepitio o uno schiocco nel momento in cui si verifica l'incidente. A questo segue un dolore acuto e intenso all'interno del ginocchio. Un altro dei primi sintomi può essere la sensazione di qualcosa che si strappa o si muove improvvisamente all'interno dell'articolazione del ginocchio. Nelle ore successive il ginocchio si gonfia. Questo, a sua volta, può provocare un dolore pulsante causato dalla costante espansione della capsula articolare.

In molti casi, il dolore acuto si attenua relativamente presto se si riposa, ma ritorna non appena si utilizza nuovamente la gamba. Spesso anche i vasi sanguigni intorno all'articolazione vengono danneggiati durante la lesione. Può quindi formarsi un ematoma, che limita ulteriormente il raggio di movimento dell'articolazione.

3650856-Cruciate-ligament-03-169
Terapia

Come può essere trattata una rottura del legamento crociato?

È importante trovare un trattamento adeguato che stabilizzi il ginocchio e prevenga l'ulteriore usura dell'articolazione (artrosi del ginocchio). Su questi aspetti gli esperti sono concordi. L'eccessiva ampiezza di movimento dell'articolazione del ginocchio in seguito a una lacerazione del legamento crociato può essere una causa diretta dell'aumento della degenerazione. Tuttavia, gli esperti hanno opinioni diverse sul miglior trattamento da adottare.

Alcuni medici ritengono che l'intervento chirurgico sia sempre l'opzione migliore. In un intervento chirurgico, un medico ortopedico ricuce il legamento crociato rotto o innesta del tessuto da uno dei tendini della coscia in una procedura nota come ricostruzione del legamento crociato.

Altri medici non considerano l'operazione indispensabile in tutti i casi. A seconda del tipo di lacerazione, ritengono che in molti casi un legamento crociato anteriore lacerato possa guarire con un trattamento conservativo. Questo può avvenire, ad esempio, se la guaina sinoviale (una membrana elastica che circonda i legamenti crociati) non è stata completamente distrutta ed è in grado di tenere vicine le estremità dei legamenti lacerati.

In molti casi, inoltre, esercizi speciali per aumentare la forza muscolare possono stabilizzare l'articolazione a sufficienza per affrontare lo stress dello sport, del lavoro e della vita quotidiana. Se l'articolazione del ginocchio è sottoposta a sforzi eccessivi, tuttavia, i muscoli potrebbero non fornire da soli una stabilità sufficiente a compensare la mancanza del legamento crociato. In generale, gli interventi su persone sportive e giovani sono più comuni rispetto ai pazienti anziani.

Il trattamento conservativo prevede generalmente l'uso di un'ortesi rigida del ginocchio, che viene indossata per circa sei settimane e limita in modo mirato la gamma di movimenti del ginocchio. In questo modo si evita di sforzare il ginocchio o di muoverlo in modo improprio, due condizioni che possono mettere a rischio il successo del trattamento. Un tutore stabilizzante può essere utilizzato anche dopo l'intervento al legamento crociato.

2880547-Knieorthese-Genu-Arexa-Ottobock-169 (ITA)

Quanto tempo ci vuole per guarire?

Le rotture del legamento crociato richiedono sempre diversi mesi per guarire. Se si ricorre a un intervento chirurgico, questo avviene normalmente da due a quattro settimane dopo la rottura. Fino a quel momento, si utilizza un'ortesi adatta per stabilizzare il ginocchio. Le ortesi vengono utilizzate anche dopo l'intervento chirurgico. I pazienti avranno bisogno di circa quattro mesi di riabilitazione affinché l'innesto guarisca correttamente e fornisca una stabilità a lungo termine. Durante questo periodo, il corpo trasforma il tendine innestato in un legamento. Con il trattamento conservativo, invece, la riabilitazione inizia non appena la lesione si è attenuata. Anche in questo caso possono essere necessarie diverse settimane. In definitiva, entrambe le forme di trattamento richiedono un tempo simile. La terapia riabilitativa inizia principalmente con la fisioterapia, che muove il ginocchio passivamente e si concentra sul potenziamento dei muscoli e sugli esercizi di coordinazione.

2845918-Genu-arexa-169 (ITA)
Addestramento

Gli esercizi giusti fanno la differenza

Il professor Wolf Petersen, consulente senior al Martin Luther Hospital di Berlino, clinica di chirurgia ortopedica e traumatologica, è molto chiaro su una cosa: l'intervento chirurgico può avere successo solo in combinazione con le cure successive. Per tornare a una vita normale, la fisioterapia non è l'unico fattore importante. Dovrete anche svolgere un ruolo attivo nel processo di recupero.

Fare gli esercizi giusti a casa fa la differenza per il successo del trattamento e aiuta a migliorare i sintomi.È proprio qui che entra in gioco il programma di esercizi Genu Move. Sviluppato da medici, questo programma comprende un'ampia gamma di esercizi studiati per i pazienti che si stanno riprendendo da una lacerazione del legamento crociato anteriore. Gli esercizi sono di supporto per la cura successiva e sono ideali per aumentare la forza muscolare. Ciò consente di contribuire attivamente alla riabilitazione a casa e di aumentare la capacità di carico, la mobilità, la forza e la coordinazione della gamba interessata.

2850749-Genu-move-exercise-169
2:48

Genu Move – Fase 1

Il ginocchio sarà dolorante subito dopo l'intervento. Ci saranno dolore e gonfiore. L'obiettivo della prima fase di guarigione (settimane 1 e 2) è quello di alleviare e gestire questi sintomi. A questo punto, i pazienti possono già iniziare gli esercizi per estendere l'articolazione del ginocchio.

FAQ

Domande frequenti sulla rottura del legamento crociato

Ritorno alle attività quotidiane: tre passi per un'ortesi

  1. Contattaci per avere una panoramica di tutte le ortesi e i supporti che potrebbero potenzialmente aiutarti.
  2. Parla con il tuo medico di quale ortesi sia più adatta ai tuoi sintomi e condizioni. Il medico può quindi prescriverti l'ortesi appropriata.
  3. Con la prescrizionedel medico potremo fornirti la nuova ortesi e la adatteremo alle misure esatte del tuo corpo.